Riviste

I dati per la stampa variano in funzione del tipo di rivista con punti metallici:

  • Riviste senza copertina
  • Riviste con copertina di quattro pagine
  • Riviste con copertina di sei pagine

Riviste senza copertina

Tre sono le modalità di trasmissione dei dati per la stampa se intende ordinare riviste senza copertina:

  • La soluzione che privilegiamo: pagine singole in ordine progressivo in un file PDF
  • pagine singole in ordine progressivo in più file PDF
  • pagine singole create nei formati di file TIFF, JPEG o PDF

Riviste con copertina di quattro pagine

Tre sono le modalità di trasmissione dei dati per la stampa se intende ordinare riviste con copertina di quattro pagine:

  • La soluzione che privilegiamo: pagine singole in ordine progressivo in un file PDF
  • pagine singole in ordine progressivo in più file PDF
  • pagine singole create nei formati di file TIFF, JPEG o PDF

Perché abbiamo bisogno di pagine singole?

Ci occupiamo noi dell’impostazione delle pagine interne delle riviste, ossia dell’ordinamento e del posizionamento delle pagine sul foglio. Nel documento dei dati per la stampa dovrà pertanto creare pagine singole e non doppie oppure, qualora abbia lavorato con pagine doppie, esportare le pagine singole in ordine progressivo in un file PDF.

Riviste con copertina di sei pagine

Per ordinare riviste con una copertina di sei pagine, ossia con una linguetta davanti o dietro, è necessario inviare i dati per la stampa relativi alle pagine interne e alla copertina.

Pagine interne

Tre sono le possibilità per trasmettere le pagine interne delle riviste:

  • La soluzione che privilegiamo: pagine singole in ordine progressivo in un file PDF
  • pagine singole in ordine progressivo in più file PDF
  • pagine singole create nei formati di file TIFF, JPEG o PDF

Copertina di sei pagine

I dati per la stampa della copertina di sei pagine devono essere completamente impostati in un documento a due pagine (pagina esterna e pagina interna della copertina). La linguetta può trovarsi sul fronte o sul retro delle riviste con punti metallici.

Sia la linguetta che la pagina su cui viene apposta devono essere accorciate sulla base della piegatura nel documento dei dati per la stampa:

  • Pagina su cui viene apposta la linguetta: Larghezza della copertina − 2 mm
  • Linguetta: Larghezza della copertina − 4 mm

La larghezza della linguetta può essere ridotta ulteriormente in funzione delle esigenze del cliente.

Tale grafica illustra come creare correttamente i dati per la stampa di una rivista con copertina di sei pagine.

Con una copertina di sei pagine con linguetta sul retro, l’ordinamento delle pagine nel documento dei dati per la stampa impostato è il seguente: sulla prima pagina del documento (pagina esterna) a sinistra è collocata la linguetta (5), accorciata di 4 mm o più, al centro il retro (6), accorciato di 2 mm, e a destra la copertina e il fronte copertina (1). Sulla seconda pagina del documento (pagina interna) a sinistra si trova il fronte copertina interno (2), al centro il retro interno (3), accorciato di 2 mm, e a destra la parte interna della linguetta (4), accorciata di 4 mm o più.

Slittamento di rilegatura per la piegatura delle riviste con punti metallici

Durante la piegatura di riviste con un elevato numero di pagine si può verificare un "effetto scala", il cosiddetto slittamento di rilegatura, dovuto alla sporgenza delle pagine centrali.

Lo slittamento di rilegatura nelle riviste con punti metallici è legato al processo di piegatura.

Affinché gli oggetti vicini al margine, come ad esempio i numeri di pagina, le linee e altri elementi, non vengano tagliati o non siano troppo vicini al bordo della carta, è consigliabile tenere conto dello slittamento di rilegatura già in fase di creazione dei dati per la stampa.

Per calcolare lo slittamento di rilegatura, applicare la seguente formula:

slittamento di rilegatura = numero di pagine interne: 4 x grammatura della carta: 1000

Esempio:

riviste con 48 pagine interne e una grammatura della carta di 135 g/m²

slittamento di rilegatura = 48 pagine: 4 x 135 g/m²: 1000 = 1,62 mm ≈ 1,6 mm

A queste 48 pagine corrisponde uno spostamento di circa 1,6 mm. Se ora la pila viene piegata, le pagine centrali sporgeranno di circa 1,6 mm. Nel caso in cui le riviste vengano tagliate in questo punto, le pagine interne sarebbero più corte di 1,6 mm. Tale fenomeno è ben riconoscibile dalla distanza dal bordo della pagina di elementi come i numeri delle pagine.

Prestare attenzione al refilo

I testi importanti, i loghi e altri elementi grafici che non devono essere tagliati vanno collocati ad almeno 5 mm dal margine del formato finale.

Nel proprio design rinunciare a bordi e/o contorni bianchi o colorati. Soprattutto per i formati piccoli, come A6 quadrato, A6 e A5, consigliamo di attenersi scrupolosamente alle indicazioni sul refilo.

Corretta denominazione dei singoli file

Se le pagine interne ci vengono inviate in più documenti contenenti ciascuno una o più pagine, è bene denominare i file con una numerazione progressiva.

Esempio: "Riviste_01.pdf", "Riviste_02.pdf", "Riviste_03.pdf", ecc.

Anche le pagine di copertina create singolarmente devono essere denominate in modo univoco.

Esempio: "Copertina-rivista_04_01.pdf", "Copertina-rivista_02_03.pdf".

Maggiori informazioni sulla denominazione dei file dei documenti di più pagine.